generic image

RossoPomodoro - RFId

La tecnologia RFID nei punti vendita della catena di ristorazione Rossopomodoro

Agorà ha utilizzato la tecnologia RFId nei punti vendita della catena di ristorazione Rossopomodoro per consentire l’identificazione del personale di sala e l’accesso al software gestionale interno. L’esigenza era quella di dotare il personale di sala di un dispositivo di identificazione sicuro ed automatico che consentisse a ciascun operatore, a seconda del proprio ruolo (cameriere, responsabile di sala e manager del punto di ristorazione), di accedere alle funzionalità assegnate dal sistema informatico di gestione della sala.
A ciascun dipendente è stato così fornito un braccialetto personale, dotato di tag RFID 13,56MHz i cui dati vengono rilevati dall’apparato Proximity Reader PR101 di SOFTWORK, per l’identificazione del terminale di accesso al sistema gestionale; i diversi ruoli degli addetti del punto di ristorazione sono poi contraddistinti da un codice cromatico del braccialetto (es. rosso per il manager, verde per il cameriere etc.).

Ogni qualvolta l’operatore si avvicina al terminale per accedere al gestionale, viene identificato ed ottiene automaticamente le credenziali per operare nell’ambito delle funzionalità a lui assegnate. In questo modo, viene profilato l’accesso alle funzionalità a seconda del ruolo iscritto nel tag RFID (ad esempio politiche di sconto e supervisione della sala per il solo manager) e viene organizzato il lavoro interno dei dipendenti con lo stesso profilo: ad esempio, quando un cameriere opera per un tavolo a lui assegnato, è il solo a poter gestire tutte le attività ad esso legate (apertura e chiusura tavolo, registrazione ordini, applicazione sconto, etc).

Agorà ha così individuato nella Tecnologia RFId la soluzione più efficiente e valida per soddisfare le richieste di Rossopomodoro: sicurezza nell’accesso al software di gestione della sala, eliminando episodi di abuso generati dallo “spionaggio” della password, e velocità nelle operazioni, risultando non più necessario l’utilizzo di credenziali (Login e Password) da inserire via tastiera per ogni operazione.

Inoltre, il supporto per il tag RFId è un pratico braccialetto, leggero ed impermeabile, che non ostacola i movimenti e non rallenta le operazioni di sala; piuttosto le favorisce e automatizza, perché il cameriere non deve far altro che passare accanto al lettore RFID, posto affianco al terminale, per essere identificato ed accettato nel sistema informativo, eliminando così gli errori delle digitazione password e le conseguenti inefficienze e rallentamenti operativi.